XL
LG
MD
SM
XS

Un impianto di raffrescamento invece del solito climatizzatore

Avere un ambiente di lavoro fresco è un obiettivo che ogni imprenditore si pone, ben sapendo che la salute dei propri dipendenti e la produttività dell’impresa migliorano in modo significativo se la temperatura del luogo di lavoro è sotto controllo.

Le soluzioni tecniche per ottenere questo, come è noto, nascono tutte dall’impiego di due diversi principi fisici: il raffrescamento adiabatico evaporativo e il condizionamento a ciclo frigorifero. Anche se talvolta si parla erroneamente di condizionatore evaporativo e di climatizzatore evaporativo bisogna fare chiarezza e non cadere in errori tecnici grossolani, che tradiscono anche una scarsa conoscenza in materia.

Come spiegheremo in questo articolo, infatti, i raffrescatori adiabatici sono macchine completamente diverse dai tradizionali condizionatori e climatizzatori proprio perché si basano su un principio di funzionamento del tutto differente. Art-Eco si occupa di raffrescamento adiabatico evaporativo e sappiamo bene che per dare ai nostri clienti la corretta informazione sull’utilità di questi sistemi, soprattutto per capannoni industriali e magazzini, è utile partire proprio dalla spiegazione delle differenze che ci sono tra raffrescatore evaporativo e condizionatore d’aria.

Il funzionamento del raffrescatore evaporativo adiabatico e del condizionatore

In un raffrescatore evaporativo adiabatico l’aria viene completamente prelevata dall’ambiente esterno e viene fatta passare, grazie all’azione di un ventilatore, attraverso dei pannelli alveolari sui quali scorre semplicemente acqua. L’aria esterna, quindi, cede naturalmente una parte del proprio calore all’acqua e si rinfresca di circa 7-10°Centrando, dall’alto, nell’ambiente e scendendo verso terra per la sua maggiore densità rispetto all’aria calda interna.

Il raffrescatore d’aria che si basa su questo principio deve funzionare con le finestre aperte e garantisce, quindi, spontaneamente anche un costante ricambio d’aria, con effetti benefici sia sulla diminuzione di virus e batteri nel microclima dell’ambiente di lavoro, sia sull’eliminazione di odori e polveri provenienti dalle lavorazioni. Un condizionatore d’aria, invece, si basa sull’azione frigorifera di un gas refrigerante contenuto in un circuito chiuso e messo in circolazione da una pompa. L’aria viene raffreddata dal contatto con una serpentina contenente il gas refrigerante e perde così gran parte della sua naturale umidità, diventando fredda e secca, senza alcun ricambio d’aria con l’esterno. Anzi, come sappiamo bene, per funzionare in modo efficiente, un climatizzatore deve agire in un ambiente con porte e finestre chiuse e quindi è possibile, purtroppo, che si accumulino nell’ambiente agenti patogeni o sostanze nocive di ogni genere.

Perché scegliere un raffrescatore evaporativo d’aria?

Dopo aver brevemente chiarito la differenza tra climatizzatore e raffrescatore, proviamo a vedere quali vantaggi porta la scelta di un impianto di raffrescamento in ambito industriale. Noi di Art-Eco riteniamo, infatti, che anche se è possibile applicare la tecnica del raffrescamento adiabatico evaporativo a diversi tipi di ambienti, i nostri impianti possano dare i migliori risultati proprio in ambienti severi e stressanti, come capannoni industriali e magazzini. Vediamo per quali motivi.

Una prima ragione è di ordine funzionale ed è legata al principio fisico con cui funziona un raffrescatore evaporativo. Per climatizzare in modo tradizionale un ambiente, infatti, è necessario che questo sia chiuso e questa condizione spesso non è realizzabile, di fatto, in capannoni di produzione e in locali per la logistica in cui alcuni varchi verso l’esterno devono essere aperti per motivi pratici.

Inoltre, senza il ricambio d’aria garantito dalle finestre aperte le condizioni di lavoro in molti reparti produttivi diventano presto insostenibili, per la presenza di odori sgradevoli e l’accumulo di sostanze nocive e agenti patogeni che possono causare quanto meno asma ed allergie, oltre ad aumentare l’incidenza di malattie come il Covid-19 o l’influenza stagionale.

Per questo motivo, semplicemente, ci trova costretti ad abbandonare l’idea di climatizzare capannoni e magazzini… almeno finché non si viene a conoscenza dei vantaggi del raffrescamento adiabatico evaporativo.

Risparmiare e difendere l’ambiente con un raffrescatore d’aria

Una delle caratteristiche più interessanti dei nostri sistemi è che, rispetto a un impianto di climatizzazione, gli investimenti di installazione e i costi di gestione e manutenzione di un impianto di raffrescamento sono decisamente inferiori – si parla di un 25% di risparmio sui costi di installazione – . La ragione di questa convenienza è semplice: siamo di fronte ad un impianto molto più semplice, senza l’onere di gestire un gas (e di impedirne le fughe verso l’esterno), con un ventilatore che consuma molto meno della pompa del ciclo frigorifero e senza la necessità di costruire, e manutenere, un circuito chiuso per il fluido refrigerante e di sostituire i filtri per l’aria.

L’azienda ottiene così due vantaggi: uno di natura strettamente economica e l’altro di tipo ambientale, che nasce sia dai minori consumi energetici, sia dall’assenza di un gas la cui produzione e smaltimento incide negativamente sull’ecosistema. Le spinte sempre più frequenti verso la Green Economy, con le conseguenti agevolazioni per chi fa scelte ecosostenibili, non possono che portare, in questo settore, a preferire gli impianti di raffrescamento rispetto ad altre forme di gestione della temperatura negli ambienti di lavoro.

Un’ulteriore caratteristica positiva del raffrescatore evaporativo rispetto ai sistemi di climatizzazione è il fatto che l’aria fresca prodotta dall’impianto non è secca come quella che esce da un condizionatore tradizionale. Questo significa che, oltre ad un maggior benessere all’interno del luogo di lavoro, uscendo dall’ambiente raffrescato, non si avrà la sensazione di lama di calore tipica dell’uscita dai luoghi climatizzati, con un immediato e sgradevole aumento della sudorazione corporea. Speriamo, con questi brevi cenni tecnici, di avere illustrato, almeno a grandi linee, le differenti caratteristiche di climatizzatori e raffrescatori; vi invitiamo comunque a contattarci per ulteriori approfondimenti e per lo studio di un impianto su misura, chiavi in mano, adatto alle vostre esigenze specifiche.

Con Art-Eco avrete ambienti di lavoro veramente freschi con impianti realizzati a regola d’arte da chi si occupa di raffrescamento evaporativo adiabatico da anni, con competenza e passione!

raffrescatore evaporativo e climatizzatore
Scrivici subito per maggiori informazioni

    Cliccando INVIA RICHIESTA dichiaro di aver preso visione dell’informativa privacy

    Acconsento all'utilizzo dei miei dati per l'invio di informazioni promozionali/commerciali

    Oppure chiamaci allo
    0424.574041
    Scrivici